Quale è il paese più felice al mondo

Il metodo danese per crescere bambini felici

Vi siete mai chiesti quale sia il Paese più felice al mondo e perchè?

Chi di voi mi conosce sa che io ho 2 bambini piccoli: Christian di 7 anni e Nicholas di 3 anni. Due bimbi tanto meravigliosi quanto capricciosi.

Cercando una soluzione su come correggere alcuni dei loro comportamenti che ritenevo non appropriati per la loro età, mi sono ricordato di un libro che mi era stato regalto tempo fa: ““. Ho ripreso la lettura più approfondita e devo confermare che all’interno del libro ho trovato delle straordinarie strategie da applicare con successo nell’educazione dei miei figli.

Il libro sostiene che la Danimarca è uno dei Paesi più felici al mondo, da oltre 40 anni in vetta alla classifica stilata dal Rapporto mondiale sulla felicità instituito dalle Nazioni Unite.

Ma perchè i danesi sono così felici?

Addirittura gli Stati Uniti che nella loro Dichiarazione di Indipendenza hanno stabilito la ricerca della felicità come diritto insindacabile di tutte le persone, si trovano quest’anno a mala pena prima del 20esimo posto, per l’esattezza al 18°. E l’Italia? Beh, non ci smentiamo mai, come popolo infelice facciamo la nostra bella figura! Siamo al 47° posto nel Rapporto mondiale sulla felicità del 2018.

Sarete d’accordo con me che è ormai un dato di fatto che noi europei non siamo poi veramente così felici. Ma i danesi allora? Cosa hanno da essere così contenti? La risposta a questa domanda che l’autrice dà nel suo libro è nel metodo con cui i danesi crescono i loro figli.

Il concetto di base è quello che bambini felici ed emotivamente forti diventeranno adulti felici ed altrettanto forti a livello emotivo, i quali cresceranno altri bambini forti e felici. Insomma sembra proprio che in Danimarca la felicità venga tramandata da genitori in figli, proprio come fosse una tradizione.

In Danimarca la felicità si acquisisce come eredità: bambini felici crescono e diventano adulti felici, che allevano figli felici e così via.

 

Related posts

Leave a Comment