Conoscere se stessi e capire gli altri

7 consigli per conoscere se stessi e agire in modo coerente

Probabilmente vi sarà capitato sentire persone dire: “Io sono fatto così e non intendo cambiare”. Questo atteggiamento nasce sicuramente dalla paura di conoscere se stessi, di saperne di più su di noi, dal timore di cambiare.

Vi sarà certamente accaduto nella vostra vita esperienze il cui risultato non è stato quello atteso e istintivamente avete dato la colpa a voi stessi per un comportamento o una scelta sbagliata: “Perché mi sono comportato così? Perché ho fatto questo? Se solo avessi… e invece!”

La prossima volta che accade, il mio consiglio è quello prendere consapevolezza di ciò e di iniziare a riflettere in modo costruttivo. Cercate di fissare nella vostra mente che cosa avreste voluto fare e preparate un nuovo modo di agire con un nuovo comportamento che vi possa servire la prossima volta.

Ecco 7 consigli per attuare comportamenti efficaci e coerenti:

  1. Studiate, anche leggendo libri, tecniche per conoscere la vostra personalità e quella degli altri. Ciò vi aiuterà a:
    1. capire le vostre sensazioni, i vostri comportamenti e le vostre reazioni
    2. avere un’idea di come apparite agli altri
    3. capire perché gli altri sono ciò che sono e perché fanno ciò che fanno
    4. evitare discussioni inutili che non portano a nulla
    5. essere amichevoli, gentili e offrire un utile servizio
    6. appianare le divergenze
  2. Essere flessibili elastici e pronti a cambiare
  3. Tenere ben presente quando un comportamento dà buoni risultati e quando non nè dà e quindi agire di conseguenza. Pensate ai vostri comportamenti come delle carte da gioco e giocate sempre quella vincente.
  4. Individuate il vostro comportamento dominante e decidete quando vi è utile o quando vi danneggia
  5. Essere se stessi. Comportatevi il più spesso possibile come vi suggerisce il vostro istinto. Controllate la vostra spontaneità solo quando sapete che può danneggiarvi, causare conflitti, deprimere gli altri o creare situazioni non favorevoli
  6. Evitate comportamenti non coerenti o in apparente contrasto tra di loro. Quando ne avvertite l’insorgere assumente un atteggiamento serio e composto, un comportamento “adulto”
  7. Nelle situazioni difficili mettete in atto un comportamento “adulto”. Stilate un elenco di sensazioni che state provando, dando un nome a ciò che sentite. Fatevi rispondetevi a domande tipo:
    1. quale è la goccia che ha fatto traboccare il vaso?
    2. siete davvero sicuri che questa è stata l’ultima goccia?
    3. non c’era altro magari nascosto nel profondo?
    4. è una situazione che si ripete? succede sempre così?
    5. è successo per caso?
    6. come si può evitare questa situazione nel futuro?
    7. se anche risultasse che avete ragione, sarete più felici?
    8. che cosa potete ottenere da questa situazione, comunque sia?

Related posts

Leave a Comment